MEMORY – Le specie aliene del Mediterraneo

di Marina Locritani

In questi anni sempre di più si sente parlare di cambiamenti climatici. Un fenomeno in parte correlato a questo, è l’aumento di specie aliene nel Mar Mediterraneo. Le specie aliene sono animali o piante esotiche introdotti accidentalmente o deliberatamente in luoghi al di fuori del proprio habitat naturale.

Il gioco MEMORY – Le specie aliene del Mediterraneo sensibilizza i giocatori su questa tematica e fa conoscere alcune delle specie aliene presenti nei nostri mari. Il gioco è costituito da coppie di carte che raffigurano 15 delle 160 specie di pesci aliene presenti sull’atlante delle specie di pesci alieni del Mediterraneo dell’ISPRA, che si può vedere qui.

Laboratorio didattico: Il gioco può essere svolto anche con la partecipazione dei ricercatori INGV presso istituti scolastici. Il laboratorio ha la durata di circa 1 ora. Il numero di partecipanti ottimale è quello di una classe (tra i 15 e 20 alunni) che durante il gioco viene divisa in due gruppi. Le regole del gioco sono quelle di un semplice MEMORY.

Target età: 5 – 99

Occorrente:

  • Tabellone introduttivo
  • 15 coppie di carte raffiguranti specie aliene

SCARICA IL GIOCO!


Crediti:

Progetto editoriale: Laboratorio di didattica e divulgazione scientifica| INGV
Responsabile editoriale: Marina Locritani | INGV

Con la collaborazione di:

  • Silvia Merlino – Istituto di Scienze Marine (CNR-ISMAR)
  • Leonardo D’Imporzano – 5 Terre Academy
  • Mascha Stroobant – Distretto Ligure delle Tecnologie Marine
  • Sara Garvani – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
  • Alan Deidun – Università di Malta
  • Anna Maria Mannino – Università di Palermo

Illustrazioni: L’llustrazione sul retro delle carte è stata realizzata all’interno di un progetto di Alternanza Scuola Lavoro con le scuole:

  • Liceo Scientico “A. Pacinotti”,
  • Liceo Classico “L. Costa”
  • IIS “Capellini-Sauro”
  • Liceo Scientico delle Scienze Applicate della Spezia.

Gli autori sono: Nicolò Ballabio e Giada Durando

Progetto grafico:

Marina Locritani | INGV (fronte carte)
Mascha Stroobant | DLTM (retro carte)
Fondi:
Festival della Scienza
©2017 INGV