A casa di Babbo Natale

Come tutti i bimbi sanno, Babbo Natale vive in Lapponia. La Lapponia è un posto un po’ speciale: non è infatti uno stato ma una fascia geografica che si estende dalla Norvegia fino alla Russia attraversando anche Svezia e Finlandia. Oltre a questa caratteristica la Lapponia ne ha anche un’altra: fa parte dell’Artide, uno dei posti più affascinanti del nostro pianeta!

L’Artide, che si trova al polo Nord (da non confondere con l’Antartide che si trova al polo sud), oltre ad essere il regno di Babbo Natale è sede di molti fenomeni geofisici

E’ un luogo incantato dove si verificano, amplificati, tanti eventi legati alla dinamica di tutto il pianeta. Ma l’Artide è lontana e spesso non la conosciamo abbastanza. 

Allora scopriamola insieme! Partendo da alcuni dei fenomeni naturali che si osservano in questo luogo speciale, costruiamo delle palline di Natale, da attaccare all’albero per raccontare e condividere con tutta la famiglia alcune nozioni circa le caratteristiche del nostro prezioso pianeta.

Ritaglia le palline lungo i bordi, incollale su un cartoncino, infila un fiocco nel foro e appendile al tuo albero di Natale! Dietro ogni pallina puoi scrivere un tuo pensiero o un tuo augurio per l’Artide e per tutta la Terra.

Sei pronto per l’Artide e per i suoi segreti? Allora cominciamo!

Babbo Natale e il campo magnetico terrestre

La casa di Babbo Natale si trova a Nord. E come fare per individuare il nord dal divano di casa nostra? Semplice! Usando una bussola!

In realtà la bussola indica il polo nord magnetico, che non coincide esattamente con il polo nord geografico. La posizione del polo nord magnetico è legata alla struttura interna della Terra dove è generato il campo magnetico, che può essere considerato il nostro scudo spaziale.

La Terra si comporta infatti come se avesse al suo interno un enorme magnete a barra orientato nord/sud. I poli magnetici si trovano lì dove l’ago della bussola si metterebbe in posizione verticale, puntando dritto verso il centro del nostro pianeta!

Ma da cosa ci protegge questo scudo spaziale? Dalle particelle che arrivano dal Sole, il cosiddetto vento solare che, come un insieme di piccoli “proiettili”, distruggerebbe ogni forma di vita terrestre.

Quindi: W IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE!

Ma l’arrivo di questi “proiettili” nell’atmosfera terrestre ha anche un risvolto positivo: genera il meraviglioso spettacolo dell’aurora boreale!

Questo fenomeno affascinante può essere ammirato non solo al polo nord ma anche al polo sud! In particolare a latitudini comprese tra 60° e 70°.

Per molto tempo l’origine di queste luci rimase avvolto nel mistero, ma nel 1859 l’astronomo inglese Richard Christopher Carrington capì che erano legate al Sole. Infatti le particelle che partono dalla nostra stella e giungono in prossimità della Terra, mediamente non arrivano fino a noi grazie al campo magnetico che ci fa da scudo. Ma ai poli la protezione si fa più debole e le particelle qui riescono a farsi strada fino arrivare fino all’atmosfera dove si scontrano con altre particelle, dando luogo ad affascinanti spettacoli luminosi.

Babbo Natale e il Mar Glaciale Artico

L’Artide comprende, oltre che la terraferma, anche una vasta porzione di mare: il Mar Glaciale Artico! Il mare, in generale, non è una distesa di acqua immobile, ma è in continuo movimento! Infatti ci sono movimenti orizzontali (correnti marine), verticali (onde) e oscillatori (maree). In particolare le correnti si formano perché masse d’acqua hanno temperatura e/o salinità diversa (quindi densità diversa). 

La fusione dei ghiacci artici forma una corrente d’acqua fredda e dolce che si chiama Beaufort Gyre. Questa corrente è molto importante per mantenere l’equilibrio nell’ambiente polare. Infatti questa corrente, galleggiando su quella sottostante più salata e più calda,  aiuta a proteggere il ghiaccio marino dalla fusione.

Ma negli ultimi anni il ghiaccio sta fondendo più velocemente di quello che dovrebbe perché purtroppo sta aumentando la temperatura media del nostro pianeta. Gli effetti di questo fenomeno, in questo momento, sono molto evidenti qui in Artide, più che nel resto del pianeta.


Se la temperatura dovesse continuare ad aumentare, presto osserveremo gli effetti anche in tutto il resto del pianeta! Uno di questi è l’aumento del livello del mare. La conseguenza è che alcune coste potrebbero modificarsi e alcune città costiere potrebbero essere minacciate dall’acqua. Si parla di riscaldamento globale!

Limitare gli effetti del riscaldamento globale significa risparmiare le risorse a nostra disposizione. 

Per impedire tutto questo puoi fare qualcosa anche tu: aiuta i tuoi genitori a fare la raccolta differenziata, non sprecare l’acqua e la corrente elettrica! Non comprare giocattoli che non ti servono. Spegni la luce quando esci dalla stanza!

La plastica è arrivata fino in Lapponia!

La plastica è uno straordinario materiale entrato a far parte della nostra vita alla fine degli anni ’50 del secolo scorso. Oggi moltissimi oggetti sono fatti di questo materiale. 

La plastica è utile ma non deve essere abbandonata nell’ambiente! perché piante e animali che vi si imbattono, in particolare negli oceani, possono subire gravi danni e anche morire. Abbandonarla è dannoso anche per un altro motivo: i frammenti di plastica, detti microplastiche, riescono a viaggiare attraverso l’aria e l’acqua, raggiungendo posti impensati, come i ghiacci polari o i fondali marini! 

Prova a guardarti intorno e a riconoscere quali sono gli oggetti di plastica intorno a te. Quanti sono? Tanti vero? Ricordati di raccogliere la plastica negli appositi contenitori una volta che non ti serve più!

 

 


SCARICA le palline da ritagliare!

Vuoi colorare tu le palline? SCARICA QUESTE!

ALTRE PALLINE!

Vuoi leggere la storia di Babbo Natale? Eccola qui!

BUON NATALE!


Credits:
Testi: L.. Cafarella, M. Locritani, C. Caricchi
Disegni: C. Caricchi e M. Di Nezza